Perché il CRHACK LAB F4D?

Perché abbiamo deciso di fondare il CRHACK LAB F4D?

Se vi state ponendo questa domanda, siete nel luogo giusto per trovare una risposta.

Visione

La capacità di manipolare l’energia per creare valore semantico attraverso i computer sta aprendo all’Umanità le porte di una nuova dimensione della realtà, rimasta finora impercebile e soprattutto immodificabile a differenza di quella oggettuale che ci è ben familiare. La dimensione digitale della realtà è la nuova frontiera: uno spazio di energia in attesa di essere plasmato e abitato da un genius loci.

I giovani si trovano a fronteggiare una sfida epocale: per la prima volta nella storia dell’Umanità trasmettere alle generazioni successive una cultura prevalentemente digitale.

Le generazioni adulte e anziane si trovano a fronteggiare una profonda crisi: il proprio ruolo guida basato sull’esperienza pregressa non è più sostenibile in una società, la cui velocità di trasformazione non è più infinitamente più lenta della capacità di apprendimento dell’individuo, ma in molti casi addirittura maggiore. Il metodo analitico che ci ha servito così bene per secoli è arrivato alle sue condizioni-limite.

Il futuro apparterrà ad un’Umanità che vive in una full reality digitale-oggettuale, dove il processo di apprendimento è di norma continuo, circolare, olistico e stigmergico.

Contesto attuale

Uno studio del 2017 della Commissione Europea afferma che la maggior parte degli studenti che cominciano oggi il proprio cammino di formazione a causa della Trasformazione Digitale saranno impiegati in mestieri che al momento ancora non esistono. Nonostante ci sia ampio consenso su questo punto, continuiamo a formare i giovani prevalentemente sulle competenze richieste da mestieri che non esisteranno più, quando tra 5-10 anni entreranno nel mercato del lavoro.

Prima della diffusione di Internet, il modello vincente della società tecnologica post-industriale prevedeva la concentrazione di una creative class nelle aree urbane, luoghi di incontro, scambio e ibridazione di idee. Agli indubbi vantaggi questo modello accompagna, tuttavia, una lunga serie di criticità legate non solo alla qualità della vita nelle aree urbane, ma anche al conseguente spopolamento delle aree extraurbane, come ben sa chi vive a valle di aree montane de-antropizzate, dove la cura dei boschi e delle acque non è più garantita.

A questo fenomeno globale in Italia si aggiunge la perdita di circa 100.000 abitanti ogni anno, per lo più giovani laureati, che emigrano all’estero in cerca delle opportunità che il nostro paese non offre loro.

Missione

Nello scenario illustrato si qui il CRHACK LAB F4D opera per:

  • Creare dipendenza da pensiero innovativo e critico come base per lo sviluppo delle cosiddette soft skill e di una cultura eclettica e flessibile, dove la tecnologia viene scelta e usata coscientemente e non come atto di fede.
  • Scoprire mestieri inesistenti con un futuro e addestrare i giovani a sviluppare già oggi le conoscenze, abilità e competenze richieste.
  • Creare le condizioni per connettere i giovani con le imprese locali o de-spazializzate in modo che possano esercitare l’opzione di rimanere a lavorare nei loro luoghi natii.

Valori

Per raggiungere questi obiettivi, noi al CRHACK LAB F4D:

  • Seguiamo un approccio stigmergico e partecipativo (Crowddreaming);
  • Formiamo attraverso progetti concreti e con una ricaduta reale (Hackademy);
  • Valorizziamo la cultura locale di Foligno come elemento distintivo che fornisca un vantaggio competitivo sul mercato globale della dimensione digitale (F);
  • Creiamo Distributed Digital Didactic Dreamworks ovvero Divertimento Digitale e Didattica Diffusa (4D)